Le premesse.

Nel luglio 2017 nasce ufficialmente il comitato "Ripercorriamo la Via delle Gallie, formato da una quindicina di amici che sottoscrive, nel magnifico scenario del castello di Valeggio, il relativo atto costitutivo. L’idea ha però radici più profonde: tre dornesi, innamorati del proprio territorio e appassionati di storia, meditavano già da anni di riportare alla luce il tratto lomellino di questa antica via consolare. È grazie alla tenacia e alla perseveranza dei tre - Tino Cucchi, Giovanni Drisaldi e Claudio Savini - che, “contagiando" emotivamente altri amici di Dorno e dei Comuni che gravitano sulla via delle Gallie, oggi si concretizza un sogno.

​Nel maggio 2020, il suddetto comitato, per darsi un assetto organizzativo più efficiente ed efficacie, si trasforma nell’associazione “Via delle Gallie in Lomellina”, organismo di volontariato riconoscibile giuridicamente nel territorio.

“Via delle Gallie in Lomellina” è un’associazione di volontariato e impegno civile, che opera senza fini di lucro ed esclusivamente per scopi di utilità pubblica, socio-culturale, nel pieno rispetto delle regole etico-morali e delle norme di legge.

L’intento dell’associazione è quello di mettere a disposizione di tutti un percorso storico-naturalistico al fine di valorizzare e promuovere il territorio, facendo conoscere ad un vasto pubblico le tante "anime" della Lomellina legate alla storia, all’arte, alla natura, alla gastronomia, alle tradizioni popolari, alla fede e alla cultura in senso lato.

Altri traguardi, nello specifico, sono:  

  • realizzazione di un percorso per la salute e il benessere;

  • creazione, per i pellegrini, di un percorso di fede che congiunge la chiesa di San Rocco a Dorno con la chiesa di San Rocco a Lomello, passando per la chiesetta di San Rocco a Scaldasole;

  • promozione nei giovani, in collaborazione con le scuole e altre agenzie educative, della conoscenza del territorio e della storia locale;

  • creazione di sinergie con le varie associazioni presenti in Lomellina; 

  • realizzazione di nuove opportunità di mercato per prodotti e servizi ecosostenibili, valorizzando il lavoro delle piccole e micro imprese del territorio.

 

 

Obiettivi già raggiunti:

 

  • individuazione del tracciato dell’antica via delle Gallie nel segmento compreso tra i Comuni di Dorno e Lomello, con la consulenza del Prof. Pierluigi Tozzi dell’Università degli Studi di Pavia; 

  • ripristino del rilevato stradale nei punti in cui era stato inglobato, nel corso del tempo, in campi coltivati; 

  • disboscamento e pulizia della sede stradale nei tratti coperti dalla vegetazione; 

  • disboscamento dell’area intorno al mulino della “Fola”, nel territorio di Dorno, ai fini del consolidamento e della copertura dell’edificio, funzionante come mulino fino alla metà del secolo scorso e ora dismesso; 

  • pulizia della sponda sinistra della roggia Selvatica e messa a dimora di specie arboree autoctone; 

  • segnalazione del percorso della via delle Gallie mediante l’installazione della relativa cartellonistica provvisoria; 

  • presentazione dei progetti del Comitato in un convegno svoltosi nel castello di Valeggio nel giugno 2018, con la partecipazione di esperti nel campo della storia, dell’archeologia e dell’ambiente; 

  • organizzazione di una camminata, nel settembre 2018, fino alle chiuse sull’Arbogna, nel territorio di Ottobiano (punto di incontro per i gruppi di persone provenienti dai singoli Comuni lungo la via delle Gallie), terminante con una breve rievocazione storica da parte dell’associazione “Teatro in Laumellum”;

  • petizione, a Dorno, per la reintitolazione di via “Strada Nuova” in “via delle Gallie in Lomellina”, a ricordo della “mutatio” lì presente in epoca romana. La petizione è stata successivamente accolta favorevolmente e, al termine dell'iter burocratico, la ridenominazione è diventata esecutiva con il posizionamento delle nuove indicazioni stradali;

  • coinvolgimento del Comune di Gropello Cairoli nel progetto di valorizzazione della via delle Gallie, corrispondente, in località S. Spirito, al tratto della via Francigena che conduce a Pavia; 

  • organizzazione di una camminata, a maggio 2019, per gruppi provenienti da Dorno e Gropello Cairoli fino alla cascina Antemana, con successivo incontro con le Autorità presso la villa Cairoli di Gropello; 

  • organizzazione di una fiaccolata, nel giugno 2019, con partenza dalla Cascina degli Angeli, nel territorio di Dorno, fino al castello di Valeggio; 

  • presentazione del percorso della via delle Gallie ai giornalisti di Rai 3, con riprese televisive nel castello di Valeggio.

  • organizzazione di una conferenza, nel settembre 2019, sulle Vie delle Gallie, a cura del Prof. Pierluigi Tozzi, con l'introduzione del Prof. Giovanni Cordini, ordinario del Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Pavia;

  • organizzazione della seconda camminata, nell'ottobre 2019, fino alle chiuse sull'Arbogna, nel territorio di Ottobiano.

Copyright 2019 / 2020

Via delle Gallie in Lomellina

numero visite

Visita la nostra pagina Facebook

  • Facebook